martedì 15 maggio 2012

L'Anticasta: SI SCRIVE BEPPE GRILLO, SI LEGGE ‘NUOVO ORDINE MONDIALE’

Grillo non è un uomo libero. 
Le sue esternazioni sono abilmente controllate dalla Casaleggio Associati che ha ordinato al suo Influencer Marketing di non affrontare più le tematiche degli esordi. 
Gli interventi di Grillo si sono concentrati via via in una direzione populista per nulla originale.
La storia è piena di dittatorelli dal piglio populista migliore del suo.
E non vedo nessuna “rivoluzione” in un uomo che non distingue la mafia dallo Stato (“Lo stato uccide più della mafia”), che nutre sentimenti xenofobi (“E’ senza senso la questione della cittadinanza ai figli degli immigrati”), che è omofobo (rivolto a Vendola: “ti saluto, frocio”). 
Per un verso i suoi sproloqui sono frutto di una strategia che altri hanno deciso, ma quando Grillo si esprime senza mediazione, è figlio prediletto della democrazia diretta all’italiana nella quale gli stranieri sono criminali, i froci sono froci, e con la mafia si fanno affari perché la mafia non ti strangola.
Entrando più da vicino nella Casaleggio Associati ci si perde in un vortice di partership dove spiccano Aspen Institute e American Chamber of Commerce in Italy.
Continua a leggere...
L'Anticasta: SI SCRIVE BEPPE GRILLO, SI LEGGE ‘NUOVO ORDINE MONDIALE’